Aiuto ho perso la cucina Italiana !


Oggi , mentre a casa mia marinavo la carne per la cena , pensavo alle materie prime che ogni giorno anche le casalinghe acquistano, ed a come sono cambiate le dinamiche di acquisto e produzione .

Al supermercato compero del pollo tedesco , da condire con sale greco , olio extravergine d'oliva della comunità europea , un po di salsa di soia cinese , e magari una grattugiatina di scorza d'arancia ma solo se biologica e nazionale , altrimenti arance e limoni provenienti da Marocco o Spagna ,riportano in piccolo piccolo la dicitura "buccia non edibile " .

Quando ero bambino , andavo con i miei dai contadini , ti sceglievi la gallina , la rincorrevano e trak....diventava subito da brodo , ma erano ruspanti ovviamente ! Ricordo, comperavi frutta e verdura locali , uova di casa e olio dal cugino di tizio che era del sud ed arrivava con la tanica !!

Oggi non sappiamo con certezza le provenienze di nulla e le verdure nazionali del campo sotto l'aeroporto o lungo l'autostrada sono aromatizzate al PM10 .

Non passa giorno che non ci siano sequestri o scandali su quello che in teoria mangiamo e diamo da mangiare ai nostri figli , basti pensare che nessuna legge impedisce a chi produce speck o prosciutto di usare maiali stranieri , la pasta viene prodotta in italia ma con farine estere anche OGM , ed il latte spesso non porta alcuna dicitura se non la zona di mungitura .

Se vai a pranzo nelle città storiche , Venezia , Firenze , Roma , nel migliore dei casi il cuoco sarà indiano , o bengalese , che cucinerà amorevolmente un filetto di orata scongelato di provenienza cinese , accompagnato da spinaci cubettati precotti surgelati della findus , il tutto condito da un ottimo olio aromatizzato all'oliva turca , nel rispetto delle tradizioni del bel paese, probabilmente tale "cuoco" sarà assunto come lavapiatti partime , salvo poi stare in cucina 14 ore al gg......

Il cibo ormai sembra una borsa di Prada , lavorato per il 95% in qualche angolo sottosviluppato della terra da poveretti schiavizzati e sottopagati , e poi abbellito di lustrini e venduto ad un prezzo inspiegabile come prodotto "made in Italy " e mentre Miuccia si arricchisce a voi restano i Maiali morti di stenti in un vecchio camion bulgaro che attraversa l'europa fino alla vostra tavola ....e Buon appetito!!!

#cibo #chef #cooking

Sono incontentabile, si può sempre fare meglio, questo è il mio modo nel mio mondo.

Entro in un mercato, cercando l'ingrediente  che mi trasmette un esperienza, un profumo, un colore. In un piatto ci devo vedere l'alba di un pescatore in laguna, estrarre l'essenza della natura, quel sapore inconfondibile ed unico.

Sto imparando, da tutti, dai miei errori e da quelli degli altri; voglio colore, calore, ma sopratutto in un piatto ci voglio vedere amore. Sono cresciuto nella laguna veneta, tra cacciatori e pescatori, con mia mamma che faceva gli gnocchi e la cucina di mia nonna con la sua selvaggina ineguagliabile.

La passione per il buono abita da sempre nella mia famiglia, lavoro con il sogno di portare l'eccellenza della cucina Veneziana, rivisitata a mio modo, nei posti più belli del mondo. In questi anni ho lavorato a Venezia, sulle isole di Burano e Torcello, parlato con i pescatori e raccolto le erbe della laguna, sono stato in piazza S. Marco tra i turisti cucinando per persone di tutte le etnie.

Sono andato a lavorare in Russia ed in Francia, mi sono innamorato della Maremma Toscana, cucinando per personaggi noti e politici, é capitato di vedermi in tv o sentirmi per radio, qualcuno dice di avermi visto nei party più esclusivi di Cortina D'Ampezzo.

Questo sono io. Seguo le mie regole. Cucino a mio modo. Nei miei piatti puoi trovare tutta la mia strada.