La ricetta della felicità


Succede a tutti , di chiedersi nella vita se si stia o meno facendo le scelte giuste, siamo tutti spinti da motivazioni diverse più o meno valide e coerenti , con le quali giustifichiamo le nostre decisioni in ambito lavorativo e comunque nella quotidianità.

Capita che ti piaccia un mestiere ma che la vita ti porti a fare altro , oppure che una passione diventi un mestiere , io mi ci sono trovato dentro , da una passione ad un lavoro che amo.

la domanda che tutti dovremmo veramente farci è : sono felice?

normalmente le persone che vivono gli anni 2000 si sono scordati , di capire dove sia la loro felicità , ci sono sempre troppi lavori da fare e troppi problemi da risolvere, oltretutto nessuno vorrebbe mai fermarsi a pensare , la risposta fa paura.

A me piace cucinare , mi rende felice , con dei se e dei ma , che ho scoperto di recente .

Sono felice se cucino delle ricette mie , diverse dalla massa , classici rivisitati da me , con impiattamenti d'effetto , e con la dovuta cura in tutto.

Adoro il cake design, perché li mi posso esprimere , quindi sono felice quando posso creare qualcosa che gli altri apprezzano.

A volte ci si trova in situazioni lavorative inaspettate , lontane dai propri standard , e ci si butta di testa , magari per confrontarsi anche con se stessi, ma io credo che spesso , lavorare in ambienti dove ci si sente comunque in difetto , e come se si vivesse la vita di un'altro sia quanto di piu sbagliato, quindi condizioni economiche permettendo , è meglio cercarsi la posizione per sentirsi felice.

Il rischio che si può correre è quello di fare la fine di quelle coppie che stanno assieme perchè pensano che tanto in giro di meglio ci sia poco, rendendo il rapporto piatto e stantio come quei pranzi di menù a prezzo fisso delle trattorie aperte e mai rinnovate dagli anni 70.

Io personalmente forse sono un sognatore , ma cerco la felicità , la cerco nella vita , nel lavoro e nelle persone che mi circondano , cerco di circondarmi di positività , e di sforzarmi di fare più scelte di cuore che scelte di tasca , rinunciare a qualche euro per avere qualche ora , preferire un azienda meno in vista ma che ti dia lo spazio per creare , senza essere condizionato , e demotivato dalla mancanza di freschezza di idee.

Personalmente adoro sperimentare , dalle tecniche di cottura , a strani impiattamenti , credo sia giusto crearsi un proprio stile , solo il coraggio e l'incoscienza ci faranno da freno , a volta si deve tentare , a tratti osare.

Non esiste la ricetta per la felicità , ogni persona dovrebbe avere la sua , ci vuole pazienza , un po di fegato , una buona dose di cuore , un goccio di menefreghismo, allegria quanto basta ,un pizzico di autoironia , ed ultimo ma non per ultima una buona dose di amore , e se proprio volete la perfezione , non fatevi mancare una bella botta di culo , che funziona più

di ogni pianificazione.


Sono incontentabile, si può sempre fare meglio, questo è il mio modo nel mio mondo.

Entro in un mercato, cercando l'ingrediente  che mi trasmette un esperienza, un profumo, un colore. In un piatto ci devo vedere l'alba di un pescatore in laguna, estrarre l'essenza della natura, quel sapore inconfondibile ed unico.

Sto imparando, da tutti, dai miei errori e da quelli degli altri; voglio colore, calore, ma sopratutto in un piatto ci voglio vedere amore. Sono cresciuto nella laguna veneta, tra cacciatori e pescatori, con mia mamma che faceva gli gnocchi e la cucina di mia nonna con la sua selvaggina ineguagliabile.

La passione per il buono abita da sempre nella mia famiglia, lavoro con il sogno di portare l'eccellenza della cucina Veneziana, rivisitata a mio modo, nei posti più belli del mondo. In questi anni ho lavorato a Venezia, sulle isole di Burano e Torcello, parlato con i pescatori e raccolto le erbe della laguna, sono stato in piazza S. Marco tra i turisti cucinando per persone di tutte le etnie.

Sono andato a lavorare in Russia ed in Francia, mi sono innamorato della Maremma Toscana, cucinando per personaggi noti e politici, é capitato di vedermi in tv o sentirmi per radio, qualcuno dice di avermi visto nei party più esclusivi di Cortina D'Ampezzo.

Questo sono io. Seguo le mie regole. Cucino a mio modo. Nei miei piatti puoi trovare tutta la mia strada.